Regolamento

REGOLAMENTO

MEMORIAL FABIO ALETTI

3 VS 3

NORME GENERALI:

  • Si ricorda a tutti i partecipanti che qualsiasi comportamento antisportivo (bestemmie, violenza, ecc.) verrà punito con l’immediata ed irrevocabile esclusione dal torneo.
  • Per le regole fondamentali ci si attiene alle norme generali adottate nei campionati federali.

Gli organizzatori si riservano la possibilità di variare gli orari di gioco, specie se costretti dalle condizioni atmosferiche.

TORNEO:

  • Ogni squadra è composta da tre giocatori più uno.
  • Nessun giocatore può giocare per più di una squadra
  • Prima fase (eliminatorie) girone all’italiana. Le prime quattro squadre disputeranno le semifinali ad eliminazione diretta.
  • Le vincenti disputeranno la finale 1° e 2° posto e le perdenti la finale 3° e 4° posto. (In funzione delle squadre iscritte questa parte potrà subire delle variazioni)
  • In caso di parità, per il passaggio del turno si terrà conto di: differenza canestri, canestri realizzati, scontro diretto, sorteggio.

INIZIO:

  • Il lancio di una moneta da parte dell′arbitro stabilisce a quale squadra spetta la palla ad inizio partita.

TEMPO:

  • Le partite delle eliminatorie e semifinali si disputeranno al meglio dei 21 punti o per un massimo di 10 minuti continuati.
  • Le partite delle finali si disputeranno al meglio dei 31 punti o per un massimo di 15 minuti continuati.
  • L′azione d′attacco parte sempre oltre la linea dei tre punti. Esiste un limite di 30 secondi (competenza arbitrale). L′intercettazione difensiva perchè diventi azione d′attacco deve ripartire oltre la linea dei tre punti attraverso un passaggio o con un palleggio individuale. Anche sulle rimesse l’azione d’attacco deve partire sempre oltre la linea dei tre punti.
  • In caso di parità al termine del tempo verranno eseguiti 6 tiri liberi per squadra (eseguiti da tre giocatori) e poi ad oltranza.

CANESTRI:

  • Ogni canestro realizzato vale 2 o 3 punti, come da regolamento FIP.
  • Dopo ogni canestro la palla passa all′altra squadra.

FALLI:

  • Sono i giocatori a chiamare i falli subiti. L′arbitro interverrà sempre e solo in caso di contestazione. I falli vanno chiamati con prontezza. Se un fallo non viene chiamato, il gioco non si ferma. Gli arbitri hanno il potere di intervenire direttamente per mettere fine alle contestazioni e nel caso di comportamento scorretto.
  • Il fallo in azione di tiro dà diritto ad un punto ed alla rimessa dal fondo alla squadra che lo ha subito. Non esistono tiri liberi. Su canestro realizzato e fallo subito vengono assegnati oltre ai 2 o 3 punti un ulteriore punto per il fallo subito e la palla passa all’avversario con una rimessa dal fondo.
  • Il bonus di squadra si raggiunge a sei falli. Ad ogni fallo successivo verrà assegnato un punto alla squadra avversaria.
  • Il fallo intenzionale e/o pericoloso viene punito oltre che con un tiro libero anche con la perdita del successivo possesso di palla. Per ovvi motivi di sicurezza è fatto a tutti divieto di appendersi ai canestri e/o di schiacciare.
  • Le palle contese seguono la regola del ″possesso alternato″.

CAMBI:

  • E’ ammesso un numero illimitato di cambi che possono essere richiesti solo quando si ha il possesso della palla ed a gioco fermo (fanno ovviamente eccezione le sostituzioni per infortunio).

Insieme per l'Etiopia

suor giusi

Il ricavato del Torneo e di quanti vorranno contribuire liberamente, verrà interamente devoluto alla Missione di suor Giuseppina, tramite l'Associazione Un Amico in Etiopia Onlus.


gruppo

Nuova Scuola Materna - Addis Abeba

Seguici anche su:

Contatti:

 

Oratorio Biumo Inferiore
Piazza XXVI Maggio
 

 

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti il loro utilizzo.